Apple domina il mercato degli indossabili in Europa

È Apple a prendersi la fetta più larga del mercato degli indossabili in Europa, secondo quanto rilevato da una ricerca della IDC. Il principale merito di questo successo va gli AirPods, gli auricolari “true wireless” il cui debutto risale ormai ai tempi di iPhone 7 (nel frattempo è arrivata la seconda generazione, e presto dovrebbe debuttare un modello con design in-ear). Nel complesso, la categoria degli auricolari e più in generale dell’earwear è quella che registra la crescita più sostanziale: +400% su base annua. E rappresenta più della metà di tutti gli indossabili spediti in Europa.

Crescono molto anche i braccialetti smart, categoria che include prodotti generalmente orientati al fitness (Xiaomi Mi Band, Honor Band, Galaxy Fit/Fit E, Fitbit…): +222% rispetto all’anno precedente. Proprio le new entry di Samsung, secondo la fonte, contribuito in modo significativo al conseguimento di questo risultato.

Continuano a fare molto bene anche Xiaomi, Fitbit e Huawei/Honor. Molto modesta, invece, la crescita degli orologi, che include sia gli smartwatch veri e propri sia i dispositivi più tradizionali con funzionalità smart. In questo settore le spedizioni sono aumentate appena del 18,3%. Gli orologi con funzioni più basilari stanno crescendo a discapito degli smartwatch, con uno share del 26% rispetto al 22,8% rispetto all’anno scorso. Principale merito di questa transizione va a Huawei.

Nel complesso, le spedizioni di dispositivi indossabili hanno raggiunto 13,4 milioni di unità, pari a una crescita del 154,4% rispetto all’anno scorso. Le spedizioni di earwear sono pari al 52,3% del totale, mentre gli orologi rappresentano il 26,7% e i braccialetti il 20,7%. I mercati più attivi sono il Regno Unito, la Francia, la Germania, la Russia e l’Italia.

L’Europa occidentale rappresenta l’80% delle spedizioni, ma quella orientale cresce molto più velocemente (215,9% contro il 144,9%). Apple ha spedito 4,83 milioni di dispositivi, mantenendo il proprio share praticamente invariato (36%); Huawei e Samsung totalizzano le crescite più rapide, rispettivamente con il 697 e il 379,3 percento. Ma Apple è ancora distante: Samsung è seconda in assoluto ma totalizza 2,43 milioni di unità spedite, Huawei si ferma a 750.000.